Documenti su una tossicodipendenza soggetta e un alcolismo

Gli effetti della droga e dell'alcol sul nostro cervello

Cura di alcolismo distituto di ricerca scientifico dinfluenza

Daniela Rossi Romanoaggiornato al novembre Come si è accennato nella prima parte di questa nota tecnica, il legislatore ha previsto una serie di benefici utilizzabili in area penale da soggetti che assumono sostanze illegali o che sono alcolisti e che si sottopongano o intendano sottoporsi ad un programma terapeutico o socio-riabilitativo.

Se il detenuto ha un programma in corso presso i Servizi Territoriali, il problema si risolve acquisendo la certificazione anche in presenza di esami tossicologici negativi. Con riferimento alla circolare DAP del 6 giugno n. La continuità assistenziale delle cure sanitarie deve essere garantita anche nella fase di scarcerazione, laddove per esempio sia indispensabile non interrompere la somministrazione farmacologica in atto, documenti su una tossicodipendenza soggetta e un alcolismo una rete di collaborazione con i servizi territoriali, pur nel rispetto della tutela della privacy del detenuto stesso.

Molto interessante è stato il progetto obiettivo per la tutela della salute in ambito penitenziario DM 21 aprileGazzetta Ufficiale Serie gen.

Sarebbe opportuno anche garantire la possibilità di proseguire azioni preventive del rischio di ricaduta, contestuale ad azioni informative sul rischio di overdose dopo un periodo di astensione protratta dovuto alla carcerazione.

Le comunità possono essere scelte e contattate direttamente dal detenuto e dal suo legale rappresentante. Rimandiamo alla prima parte di questa nota per gli aspetti tecnici di questo tipo di certificazioni. Nel panorama penale abbiamo diverse situazioni procedurali:.

I, 10 maggion. In questo caso si tratta quindi di una istanza di sospensione in attesa per esempio di affidamento in prova. Documenti su una tossicodipendenza soggetta e un alcolismo ricaduta nella dipendenza è una criticità che indica in giurisprudenza il fallimento della misura alternativa ponendo tante questioni si pongono sia sul piano legale che clinico. DAP n. Viene rimessa alla competenza del Magistrato di Sorveglianza la possibilità di far proseguire la misura alternativa, modificando le prescrizioni.

Schema riassuntivo delle certificazioni per soggetti in affidamento terapeutico. I, 12 aprile Alla persona in stato di libertà vigilata sono imposte dal giudice prescrizioni idonee ad evitare le occasioni di nuovi reati.

Per quanto riguarda la popolazione straniera detenuta, il D. La Corte Costituzionale con sentenza febbraion. La materia rimane in ogni caso complessa e controversa. La circolare interpretativa del Ministero della Salute 24 marzon. Certo è che, nel concreto, per accedere a misure alternative quali ad esempio la detenzione domiciliare è necessaria la disponibilità di un alloggio stabile documenti su una tossicodipendenza soggetta e un alcolismo documentabile.

A tal proposito, per eventuali approfondimenti si consiglia di consultare sul sito www. Al momento in cui scriviamo alcune Regioni, come la Lombardia, si sono adeguate a tale interpretazione prevedendo anche la possibilità di inserire gli immigrati clandestini in comunità terapeutica.

Altre, come la Regione Veneto, prevedono solo trattamenti ambulatoriali. Nella Regione Trentino Alto Adige sussistono addirittura due diverse prassi nelle due provincie autonome con Trento che garantisce i trattamenti ambulatoriali e solo in alcuni casi, decisi in base a documenti su una tossicodipendenza soggetta e un alcolismo interne al SERT, prevede anche interventi residenziali, e Bolzano che esclude gli stranieri clandestini da qualsiasi intervento.

Anzi nel si leggeva nella sentenza della Cass. Penale sez. Per contro, nella Cass. I con la sentenza n. Come si è sottolineato da più parti si confronti www. Estratto da Wikipedia. Barni M. Zappa G. La Tribuna, Piacenza